Archive for September 10th, 2007
Sep 10

Notturno berlinese

Category: Anteprime di Riders  

berlin01.jpgL’uscitaberlin08.jpg prevista è datata 23 agosto, per cui qualcuno di voi ha già potuto leggerlo probabilmente. Vite Nuove di Ingo Shulze, si evolve attraverso il protagonista, Enrico, che con le lettere ai suoi tre amori, la sorella Vera, l’amico d’infanzia Johann e Nicoletta, l’Irraggiungibile, ci regala uno spaccato della provincia dell’ex Ddr, nel gennaio 1990. Filippo La Bruna, Fashion Director, ha preso spunto da questo racconto, per intrecciare la moda di Riders. Un uomo, la sua storia, il suo modo di vestire. Filippo riesce a creare attraverso le foto, un ritratto vivido del cambio epocale avvenuto con la caduta del Muro. I giubbini in pelle, i pantalonia a sigaretta, i maglioni di lana, la moto accanto, quella da cui non ti separi mai. E una borsa tra le mani (in questo caso un borsone) dove racchiudere i racconti della vita e una catina, per scegliere il viaggio. Rigorosamente su due ruote.

[Nel numero di settembre]

Sep 10

Riderizzati parte seconda

Category: Lettere&Lettori  

Ecco la seconda parte dell’intervista a Roberto Ungaro…

Sep 10

Da i lettori del Magazine

Category: Anteprime di Riders  

Altri commenti dai lettori che ci hanno scritto via mail.

Ciao, mi presento, sono Francesco ( french per gli amici ) un motociclista incallito nonostante soli 33 ( HA HA ! ) anni compiuti:

Parte 1a. Ore 5:15 mentre, con la motoretta della mia morosa, me ne vado al lavoro mi ritrovo ancora a pensare per quale motivo, dopo aver acquistato il giorno prima il nuovo numero di motociclismo, continuo a sentirmi vuoto…E si, perchè fino a qualche anno fa dopo aver letto ” la rivista di moto” mi rimanevano dentro sensazioni tali da sentirmi come se le moto descritte negli articoli letti, le avessi guidate io. Ma come! Non mi si starà mica appannado la passione per la moto? Impossibile! Forse sarà che gli articoli che più mi emozionavano li scriveva un tale Roberto Ungaro, uno che oltre alla manetta ci dà di brutto anche con la penna ( va beh il computer) scrivendo con uno stile da “motociclista”. Ma diavolo, che fine ha fatto?

Parte 2a.Dopo circa un mese che non utilizzo la mia, seppur vecchia, ” comoda ” auto, decido con la Morosa di andare in un odiato centro commerciale delle mie parti. Mentre la mia metà, con la scusa del flacone di shampoo saccheggia alcuni scaffali, io vengo attirato da una nuova rivista che fa bella mostra di sè in una edicola; ” Riders” leggo, ” solo un euro perchè primo numero” rileggo…sfoglio alcune pagine all’interno e scopro articoli fatti su persone più che su moto, ma anche foto fantastiche, e anche tanta pubblicità da boutique ( come la chiamo io ). ” Però” penso quasi quasi… poi apro la pagina dell’editoriale e…….Ma dai! Il mitico Roberto Ungaro Direttore Responsabile di questo ” Riders” ? Lo prendo!

Bel lavoro ragazzi! Una rivista che parla delle moto, ma sopratutto di chi le usa, contornato da foto splendide! Peccato per tutta quella pubblicità, ma diciamo che il gioco vale la candela.

Ciao, e se il buon giorno si vede dal mattino….

Salve, vorrei fare una domanda: perchè tutte quelle sigarette in mano e in bocca dei protagonisti dei servizi sul vostro nuovo periodico? Io sono un appassionato di moto e mio figlio piccolo pure, ma non mi va di promuovere il vizio del fumo a casa mia. Peccato, sarebbe un bel periodico… Saluti Rino Filippin

 

Caro Roberto, finalmente ti si rivede.
Mi sei mancato davvero sulle pagine di Motociclismo e quelle di Fuori, così come il motomondiale non è più quello di una volta…
Son davvero contento di ritrovarti dentro questa nuova avventura,non sapevo che fossi tu uno degli artefici,fino a questa mattina, quando ho comprato la rivista.
L’editoriale, come al solito è da pelle d’oca, e Riders mi sembra davvero emozionale.
Per le critiche, mosse da qualcuno sul blog, mi pare davvero presto.
Immagino ke mettere insieme moda,moto,cultura ed emozioni in una rivista sia una cosa da pazzi,con un botto di materiale x cui sicuramente nei prossimi numeri ci sarà un sacco di roba nuova e sempre interessante.
Magari sta mail, non ti farà piacere, non sò, ma tu sei una delle persone che mi hanno fatto amare le moto e per la quale provo grande stima!
Ti abbraccio forte,
dallaSicilia Giuseppe Serra

 

Ciao Roberto, ti ricordi di me?

Vorrei congratularmi per la bella iniziativa…Riders! Una rivista su …”uomini-moto-passioni”…ma uomini in senso lato? Sai, da brava biker e un po criticona noto che di motocicliste ce ne sono poche…qualche piccola news a pag. 40 o a pag. 258 ma niente di che, scelta voluta o mancanza di news? Ma noi motocicliste,e siamo tante, dobbiamo ancora per molto “volare basso”??

Una bella doppia pagina “Sweet Riders” dove voi maschietti curiosi potete andare a leggere in che modo la moto muove l’anima di una donna? Non sono per niente femminista, anzi, adoro le tradizioni e se un motociclista mi viene in soccorso, come infatti mi è capitato quando caddi sulla “Futa” a Bologna, mi fa un immenso piacere. Siamo e spero resteremo due sessi diversi ed è bello così! E le sensazioni che proviamo sono diverse dalle vostre…ed è bello così!

Lamps a tutti,

Gianna from Ferrara-Bologna-Salice Terme (il mio Triangolo delle Bermuda!)